Il vulcano Etna in Sicilia è il vulcano più attivo ed alto d'Europa, patrimonio mondiale dell'UNESCO e riserva naturale con una flora e fauna uniche.

Apri le indicazioni stradali in Google Maps
Ecco le coordinate da inserire nel navigatore:

  • Latidude: 37.751783162283
  • Longitude: 14.994599819183

Etna, il vulcano e la sua riserva naturale

Il Parco dell'Etna è stato istituito nel 1987 per preservare il paesaggio unico che si è creato attorno il vulcano grazie alle sue colate laviche.

Il "Mongibello " come viene chiamato dalla gente del posto, è alto circa 3.350 m. Questo non è un valore esatto, perché l'altezza effettiva cambia continuamente a causa delle eruzioni vulcaniche. La cosa certa è che si tratta di un enorme vulcano immerso in uno splendido paesaggio con panorami sensazionali. Nessuno si è mai pentito di aver fatto questa gita di un giorno.

Con i suoi 3.350 m, l' Etna è il vulcano attivo più alto d'Europa. Temuto e riverito nel passato, divenne la scena di miti e leggende. Caratterizza il paesaggio della Sicilia orientale ed è visibile fino ad una distanza di 250 km. In media, ogni tre anni, lo troviamo nella prima pagina dei giornali, quando cenere e polvere oscurano l'aria e la lava incandescente fluisce nella valle.

Il tour non ha particolari difficoltà tecniche. Naturalmente bisogna prestare attenzione nell'area vicino al cratere, specialmente quando il vulcano è in una fase attiva.

Attorno l'Etna ci sono diversi tipi di vegetazione, fino a circa 800 m di altezza troverete campi e distese di piantagioni, qui crescono grano, agrumi, olive, fichi e uva. Questa zona è seguita da grandi foreste con querce, castagni, faggi,e nelle regioni più alte anche pini. Oltre i 2000 m la vegetazione si trasforma in cespugli e arbusti come la ginestra dell'Etna. Man mano che si sale segue una zona con licheni e muschi, le regioni più alte intorno alla vetta sono prive di vegetazione e per lo più coperte di neve.

Sul versante orientale del vulcano Etna si erge un castagno, spesso considerato l'albero più grande e più antico d'Europa.

Gli animali nel Parco Regionale includono lupi, volpi, martore, istrici, cervi, ghiri e conigli selvatici. Particolarmente vario è l'avifauna con circa 70 diverse specie di uccelli. Oltre a numerosi uccelli canori, si possono vedere picchi e uccelli rapaci come l'aquila reale e il falco pellegrino.